Caritas diocesana di Pavia

Operante nella Diocesi di Pavia dagli anni ’70, la Caritas di Pavia è l’organismo istituito dal Vescovo al fine di promuovere, anche in collaborazione con altre istituzioni, la testimonianza della carità della comunità ecclesiale diocesana e di quelle parrocchiali, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. Ascolto, osservazione e discernimento sono le parole chiave del metodo di servizio, che si realizza nei tre servizi principali: il Centro d’Ascolto, dove vengono accolte le persone in difficoltà e dove vengono elargiti i primi aiuti; l’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse che fornisce una lettura dei fenomeni orientando al meglio la progettazione e le risorse; la Promozione Caritas che promuove la nascita delle Caritas parrocchiali del territorio e le coordina, oltre a garantire la formazione ai volontari ed ai giovani sui temi della prossimità, dell’accoglienza, dell’integrazione. Ci sono inoltre alcune opere segno che realizzano risposte alle povertà come frutto del discernimento operato all’interno dell’équipe della Caritas diocesana.

CARITAS ITALIANA

La Caritas Italiana è l’organismo pastorale della Cei (Conferenza Episcopale Italiana) con lo scopo di promuovere «la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica» (art.1 dello Statuto).

È nata nel 1971, per volere di Paolo VI, nello spirito del rinnovamento avviato dal Concilio Vaticano II.

Del discorso di Paolo VI al primo incontro di Caritas Italiana (1972).

Caritas: nuovo organismo sorto in seno alla Conferenza Episcopale Italiana per rispondere in maniera più adeguata alle accresciute esigenze della carità e della assistenza in Italia.”

La vostra azione non può esaurire i suoi compiti nella pura distribuzione di aiuto ai fratelli bisognosi. Al di sopra di questo aspetto puramente materiale deve emergere la sua prevalente funzione pedagogica, il suo aspetto spirituale che non si misura con cifre e bilanci, ma con la capacità che ha di sensibilizzare le chiese locali e i singoli fedeli al senso e al dovere della carità in forme consone ai bisogni dei tempi.”

Mons. Giovanni Nervo, primo presidente di Caritas Italiana, al 35° convegno nazionale delle Caritas diocesane.

“La Caritas nasce  dal Concilio, come strumento di rinnovamento nella vita della chiesa. Paolo VI nel primo convegno delle Caritas Diocesane ci disse: “ non è concepibile che il popolo di Dio cresca secondo lo spirito del Concilio Vaticano Secondo se tutti i membri della comunità cristiana non si fanno carico dei bisogni e delle necessità degli altri membri”

 “Mantenere sempre fedeltà all’indirizzo dato da Paolo VI alla Caritas : la sua prevalente funzione pedagogica, sia in rapporto al mondo ecclesiale, come a quello civile. E’ fondamentale la pedagogia dei fatti: senza i fatti la pedagogia diventa ideologia astratta e inefficace”

Statuto Caritas